Il Tar accoglie le lamentele degli ambulanti stop al trasloco del mercato

LECCE– Stop al trasferimento del mercato bisettimanale di Lecce in via Bari. Lo ha deciso il TAR Puglia, I Sezione di Lecce, che ha annullato ancora una volta gli atti del Comune con i quali era stato nuovamente disposto il trasloco. I commercianti quindi, rimarranno, come volevano, nei pressi del palazzetto dello sport.

Il TAR ha accolto le ragioni degli operatori del mercato che, difesi dal Prof. Avv. Ernesto Sticchi Damiani e dall’Avv. Sergio De Giorgi, avevano impugnato delibere di consiglio e giunta risalenti al 2011 . Ma la voce degli operatori in tutti questi mesi si è sempre fatta sentire. Erano contrari al trasferimento considerando la nuova area non solo non idonea sotto il profilo igienico sanitario, ma anche inadeguata per accogliere in piena sicurezza tutti gli operatori. È partita una battaglia fatta di ricorsi, sospensioni e nuove decisioni da parte del consiglio comunale.

Più volte, nel frattempo, abbiamo raccolto le proteste dei commercianti che lamentavano un brusco calo nelle vendite ed un mercato, nella nuova sistemazione, sempre più deserto. Nell’ultima sentenza il TAR, accogliendo le tesi dei difensori degli operatori commerciali, ha evidenziato che il trasferimento era stato disposto senza che fosse stata realizzata alcuna opera di adeguamento sotto il profilo igienico sanitario dell’area mercatale, che pure era stata imposta dalla precedente sentenza, e quindi l’area non “è in concreto utilizzabile”.

Inoltre, all’epoca della nuova delibera di trasferimento, il Comune di Lecce non aveva alcun diritto di disporre “di un bene immobile sul quale non poteva esercitare alcun diritto” a causa di un contenzioso ancora non risolto con lo IACP sulla effettiva proprietà dell’area. Pertanto il mercato dovrebbe fare ritorno, presto, nella sua sistemazione originaria.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*