Pronto Soccorso “rovente”: a Gallipoli necessario l’intervento dei carabinieri

GALLIPOLI- Situazione difficile al pronto soccorso di Gallipoli: ieri è stato necessario l’intervento dei carabinieri per placare gli animi degli utenti infuriati a causa della lunga attesa. Qui, infatti, non sono ancora arrivati i rinforzi previsti di 3 medici e 5 infermieri, ma il carico di lavoro ha già cominciato ad aumentare, passando da 70 a 95 accessi giornalieri. Meno nere le condizioni del pronto soccorso del Fazzi, dove invece, a partire dal primo luglio scorso, sono stati assegnati altri 4 medici per tre mesi. Anche qui, però, a causa del gran caldo, lavoro di trincea: incremento del 35 per cento degli utenti.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*