Mazzei: andiamo “Oltre” stop con i comitati elettorali, Fitto decida ed andiamo avanti

LECCE- Il risultato delle elezioni regionali era scontato ma non certo il numero dei consensi tra le liste concorrenti di Forza Italia ed Oltre. Per i primi le previsioni erano nere ed invece hanno superato la soglia del 10% ed anche la lista dei concorrenti, ex alleati, di “Oltre”.

Per gli azzurri occorre chiarire in ogni federazione la organizzazione dei territori ed i segretari provinciali non possono lavorare in autonomia rispetto a chi si è impegnato direttamente nella competizione per le regionali. Paolo Pagliaro, dell’ufficio di Presidenza nazionale, getta acqua sulle polemiche definendo il dibattito fisiologico ed auspicando una sintonia tra tutti che si troverà, anche con la collaborazione del coordinatore regionale Vitali che squadra il partito e che pone, nelle scorse ore, un aut aut a chi oggi nelle pubbliche amministrazioni ancora non si decide ad uscire dai gruppi consiliari di Forza Italia dopo aver condotto una vera e propria battaglia contro Berlusconi.

A breve giro giunge la risposta dei fittiani: pronti a costituire i gruppi dei Conservatori e Riformisti in ogni consesso. Ma, prima di tutto quanto potrebbe avvenire, durissimo ,con i suoi , l’ex consigliere regionale Luigi Mazzei. Secondo Mazzei Oltre , ed i Conservatori e Roformisti, devono darsi delle regole e si deve chiarire, oltre a chiudersi, il ruolo dei comitati elettorali determinati dai big che, scegliendo propri candidati per l’appuntamento del 31 Maggio, hanno incrementato le tensioni interne

Lunedì il via alle assemblee alla presenza di Fitto, si parte da Brindisi, poi martedì Taranto e se non si riuscisse nei primi due giorni ad ascoltare militanti ed eletti della provincia di Lecce l’incontro slitterà a venerdì. Dopo queste assemblee nasceranno ovunque i gruppi consiliari dei Conservatori e Riformisti

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*