Barba a Frasca: ”Lascia la Sgm”. Vitali a Fratelli d’Italia: “Non date lezioni col 3 per cento”

LECCE- E’ una guerra inarrestabile nel centrodestra: la resa dei conti è arrivata. Ha cominciato Frasca sparando su Gabellone, che ha risposto con diplomazia, ma subito dopo si è aperto un nuovo scontro, questa volta tra il presidente della Sgm e Vincenzo Barba. “Nella città jonica sono stato sostenuto dal consigliere Guglielmetti e dall’assessore Piteo”- avverte Frasca, che è intenzionato a costruire un nuovo centrodestra a Gallipoli. Apriti cielo: una sfida in casa del senatore fittiano, che fa scatenare nuovi veleni. “Frasca ha avuto la presidenza di Sgm grazie al risultato del Pdl a Nardò in occasione delle scorse Politiche- chiosa Barba – in queste Regionali il partito ha ridotto della metà il suo consenso, perciò Frasca faccia un passo indietro e si dimetta anche nella logica di un principio di alternanza”.

Per il senatore le nuove alleanze strette da Frasca nel gallipolino, sono un basso inciucio. Insomma, il botta e risposta a suon di comunicati stampa è destinato a proseguire. E prosegue anche lo scontro tra i berlusconiani e i partiti della coalizione che ha scelto di andare con Fitto. I dirigenti di Forza Italia e quelli di Fratelli d’Italia continuano ad accusarsi di tradimento.

Vitali attacca il partito della Meloni: “Dignità politica e buon senso vogliono che chi, al termine di una tornata elettorale, rastrella a malapena il 2/3 percento dei consensi, abbia quantomeno il buon gusto di non dare lezioni di politica ad altri, soprattutto se questi altri hanno raccolto più del quadruplo dei loro voti. Mi riferisco, nel caso di specie, al coordinatore regionale e provinciale di Fratelli d’Italia in Puglia Marcello Gemmato e Filippo Melchiorre. Questi grandi illustri statisti attribuiscono la sconfitta del centrodestra in Puglia al tradimento – così lo chiamano loro – di Adriana Poli Bortone scelta – dicono sempre i due catalizzatori di consensi – da improvvisati politici locali e romani”. Per il commissario forzista pugliese sono stati loro a tradire la loro compagna di partito, “per non ottenere nulla”.

“Continuano a fare polemica dopo un risultato del genere: è così che vogliono costruire? – si interroga Gemmato di Fratelli d’Italia- Se continuiamo con le polemiche, facciamo ridere. E, poi, non mi sembra che Forza Italia sia andata così bene, passando dal 30 all’11 per cento”.

 
Abitare Pesolino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*