Anci Puglia contro l’abbattimento degli ulivi; il 6 incontro Silletti-produttori

BARI- Anci Puglia contro le drastiche misure anti-xylella varate dal Comitato fitosanitario permanente della UE : “il provvedimento avrà un devastante impatto ambientale, economico e sociale nella regione. Preoccupa anche il blocco previsto dell’esportazione di circa 150 specie vivaistiche provenienti dalla “zona infetta” che riguardano anche la vite, su cui non è mai stata riscontrata la presenza della Xylella” . Dall’associazione nazionale dei Comuni d’Italia aggiungono: “Illustri esperti sostengono che il disseccamento degli ulivi sarebbe principalmente dovuto all’abbandono e alla trascuratezza dei terreni e allo smodato utilizzo di prodotti chimici tossici. Proprio dai rilevamenti svolti dalla Commissione Europea, si evince che sulla gran parte dei campioni di rami e foglie disseccate analizzate,  solo su una minima parte sarebbe stata rinvenuta la Xylella fastidiosa. La Commissione Europea deve riflettere sulle gravi conseguenze del provvedimento”.

Il prossimo 6 maggio, mentre a Roma, di fronte al Tar Lazio, si discuterà della sospensiva sui ricorsi presentati contro il piano Silletti, a Bari il commissario incontrerà alle 10 le associazioni di produttori, vivaisti e una parte di ambientalisti, che presenteranno un documento di proposte per il “controllo del vettore e i trattamenti ecocompatibili”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*