Xyella, anche la Corsica blocca le importazioni vegetali dalla Puglia

LECCE- Anche la Corsica vieta le importazioni di vegetali dalla Puglia. Le spiegazioni del prefetto regionale, Christophe Mirmand: “migliorate le misure per combattere Xylella fastidiosa”.  Lo fa sapere lo sportello dei diritti.
“La Xylella continua a mettere in ginocchio l’agricoltura della Puglia. Oggi il prefetto regionale, Christophe Mirmand, ha annunciato misure supplementari per prevenire l’introduzione di batteri nell’isola. Ieri sera, dopo una riunione presso la prefettura di Ajaccio, il prefetto regionale, esperti e professionisti del settore agricolo hanno raggiunto un accordo su un piano di prevenzione contro il rischio di contaminazione delle piante da Xylella fastidiosa.

Questo piano prevede tra l’altro il divieto totale di introduzione di piante, indipendentemente dalla loro origine, nell’isola, salvo deroga per i professionisti, ma anche controlli rafforzati da parte delle autorità doganali nei porti e negli aeroporti. L’introduzione di piante, se concordato tra le autorità sarà limitata ai soli porti di Ajaccio e Bastia. Le misure entreranno in vigore l’11 maggio anche se in Corsica non è stata ancora segnalata la presenza dell’agente patogeno” .

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*