Sanitaservice, la marcia dei 150 contro l’esternalizzazione

LECCE-  Un esercito pacifico di 150 persone, ma allo sciopero avrebbero aderito in 300. Sono i lavoratori della Sanitaservice, la società in house della Asl, che dicono di aver subito l’ennesima beffa dalla Regione Puglia.
Mancato full time ed esternalizzazione del servizio informatico sono i nodi da sciogliere. Per questo l’USB ha dato appuntamento a tutti presso la sede della Asl di lecce in via Miglietta, punto di partenza di un lungo corteo arrivato in prefettura, non prima di passare dalle sedi di PD e Forza Italia, per chiedere a tutti un incontro urgente, in primis a chi è candidato alle imminenti elezioni regionali.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*