Cassa integrazione in salita: oltre un milione di ore richieste

LECCE– Cassa integrazione in salita nel primo trimestre 2015. Ancora oltre un milione le ore richieste in provincia di Lecce: 463mila ore di cig ordinaria, 881mila di Cig straordinaria e 49mila ore di cassa in deroga. E’ quanto emerge dal ii rapporto elaborato dalla Uil – servizio politiche del lavoro, su dati Inps. Rispetto allo stesso periodo del 2014, si registra un aumento dell’1,1 per cento.

“La crisi non arretra, anzi si fa più grave”, è il commento del segretario generale della Uil di Lecce Salvatore Giannetto.  “Noi – riflette – crediamo che sia opportuno leggere questi dati sentendo e ascoltando le sofferenze che quotidianamente vivono territori e lavoratori, quando lamentano l’assenza di risorse per la cassa integrazione in deroga, strumento fondamentale per il mantenimento dei posti di lavoro e per il necessario, quanto fondamentale, vivere dignitoso delle famiglie di centinaia di migliaia di lavoratrici e lavoratori. siamo in presenza di numeri ancora troppo “alti” e i dati generali sull’occupazione non danno segnali di una significativa ripresa, obbligando tutti, la politica innanzitutto, a mettere in campo iniziative vere e concrete per il rilancio dell’economia. Condizione, questa, prioritaria rispetto a tutto”.

Intanto, la sottosegretaria al lavoro Teresa Bellanova, interpellata sullo stanziamento da 478 milioni di euro da parte del governo per la cassa integrazione in deroga, che però non vede nell’elenco delle regioni ammesse la Puglia, spiega che alcuna richiesta di interventi straordinari è giunta da bari, perché i fondi già ricevuti bastavano per la copertura.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*