Inchiesta Xylella, nuove acquisizioni allo Iam e Uniba

LECCE– Il nucleo ispettivo del Corpo Forestale ha acquisito nuova documentazione presso lo Iam, presso l’Università di Bari e il laboratorio Basile Caramia di Locorondo. La trasferta, disposta per ieri dalle pm Elsa Valeria Mignone e Roberta Licci, è servita a prelevare nuovi dati relativi agli esami sui campioni ritenuti infettati dal batterio Xylella fastidiosa. Non solo.

Sono stati acquisiti anche nuovi elementi relativi al workshop tenutosi nell’ottobre del 2010 presso l’Istituto agronomico mediterraneo e finito al centro dell’inchiesta per diffusione colposa di una malattia delle piante. Il fascicolo, al momento, è comunque a carico di ignoti e alle indagini sono delegati anche i militari del Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza.

Sotto la lente degli investigatori, comunque, ci sono ora anche le analisi sui campioni vegetali prelevati in campo dagli ispettori fitosanitari e poi vagliati presso lo Iam o presso il laboratorio Basile Caramia; in base al protocollo utilizzato, quelli positivi e dubbi vengono poi trasmessi al Cnr per essere sottoposti a prova definitiva.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*