Ragazza morta per meningite, indagati tre medici

LECCE- La pm Paola Guglielmi iscrive i nomi di tre medici nel registro degli indagati per il decesso della 19enne di Corigliano d’Otranto, morta lunedì pomeriggio per una meningite mentre era ricoverata presso il Vito Fazzi di Lecce. Si tratta del medico di guardia medica che si sarebbe rifiutato di eseguire la visita domiciliare; quello del 118 che ritenne di non dover disporre il ricovero e una dottoressa dell’ospedale di Galatina. L’accusa è di omicidio colposo. L’autopsia è fissata per lunedì. A dare il via all’inchiesta la denuncia presentata dalla madre della studentessa.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*