Il Lecce guarda al Melfi e spera nello sconto per Moscardelli

LECCE- Dopo quattro giorni di riposo il Lecce riprende ad allenarsi in vista della ripresa del campionato che contrapporrà alla squadra di mister Bollini il Melfi, formazione che naviga a metà classifica in un clima di tranquillità in ottica salvezza. Non è certo questo un motivo per abbassare la guardia, i giallorossi sono rinfrancati dalla vittoria contro il Benevento che ha permesso di riaprire i giochi in chiave play off. Il Lecce oggi è al quarto posto in classifica con cinque giornate ancora davanti prima di arrivare al termine della regular season, piazza condivisa a braccetto con il Matera e con l’incongnita Casertana che deve recuperare il 15 aprile il match non disputato con il Martina.

Il Lecce pero’ ha dimostrato di esserci, la vittoria convincente contro il quotato Benevento ha permesso di mandare segnali importanti alle dirette concorrenti. La squadra di Bollini continua vivere un momento di emergenza legata alle tante assenze ma il tecnico ha sfoderato tutta la sua abilità nel trovare la giusta soluzione in situazioni simili, vedi anche la sfida con la Juve Stabia. E’ chiaro che le assenze di Moscardelli e Miccoli influenzano le scelte in chiave tattica, di fatto il Lecce è spuntato in avanti pur potendo contare su giocatori che ben si adattano nel ruolo di attaccanti sebbene con caratteristiche differenti. Per quanto riguarda la squalifica di cinque giornate a Moscardelli, la società ha presentato ricorso che sarà discusso venerdi pomeriggio a Roma insieme a quello che riguarda Lepore a cui invece erano state comminate due giornate.

La maxi squalifica è stata adottata ricordiamo in base al referto arbitrale redatto dal signor Lanza di Nichelino, la società e i suoi legali si presenteranno per dimostrare che non si tratto’ di fallo intenzionale se di fallo si tratto’. L’attaccante potrebbe essere graziato di una o forse anche due giornate. Nel frattempo pero’ si lavora sul campo, il Lecce arriva al confronto con il Melfi con lo spirito giusto e con una gran voglia di proseguire anche fuori il percorso segnato tra le mura amiche. E’ proprio la continuità di risultati che potrà dare la forza giusta per lo spriinti finale al Lecce che se in casa ha dimostrato di essere la squadra piu’ forte del giorno, fuori casa ha steccato fin troppe volte per ambire alle posizioni di vertice.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*