Vitali candidato: “Se costretto, sì!” NCD: “La coalizione si incontri”

LECCE- Il 2013 sembra lontano un’era ma è l’anno in cui il Professore Schittulli ipotizzo la sua candidatura come Presidente della Regione Puglia, il Nuovo Centro destra premeva per un proprio uomo, Fitto e Vitali erano d’accordo per l’oncologo barese ma, all’epoca , c’era ancora il Popolo delle Libertà unito intorno a Silvio Berlusconi. Il 26 luglio 2013 proprio a Telerama l’onorevole Vitali dichiarava:“Schittulli ha avuto l’imprimatur di Fitto, la palla passerà all’area barese, perché il Presidente della Lilt è l’unico nome autorevole che può contrastare la personalità di Emiliano. I mal di pancia interni su Schittulli passeranno” ed invece, proprio a distanza di quasi due anni, proprio Schittulli, questi mal di pancia li sta facendo venire allo stesso coordinatore di Forza Italia Luigi Vitali.

REGIONALIFOTO

Gli allora malpancisti erano, invece, gli attuali alleati dell’oncologo ed in primis il Nuovo Centro Destra che ,ambendo ad una propria candidatura, ponevano veti mentre  oggi, attraverso Massimo Cassano chiedono alla luce dell’ancora non certa alleanza con Forza Italia, un urgente tavolo della coalizione già per la giornata di martedì.Vitali ha quindi ragione nel dire che lui, e l’attuale Forza Italia , sia stato, e sia stata, la prima forza politica a dir sì alla candidatura dell’ex presidente della Provincia ma, se non è vero che Berlusconi abbia detto “chi se ne frega della Puglia” è certamente vero che questo non voglia più trattare con Fitto ritenuto “finito” e quindi Regione per la terza volta a rischio. Se il tavolo della coalizione della prossima settimana porterà, o meno, ad una riapertura verso il partito berlusconiano lo si appurerà con il passare delle ore ma quanto già nel gennaio scorso ipotizzammo (Vitali candidato alla Presidenza della Regione) oggi, attraverso una sua intervista su Repubblica.it, sembra nuovamente riemerge la possibilità alla luce dell’irrigidimento di Schittulli e dei “ricostruttori” all’accettare un apparentamento con Forza Italia che vorrebbe, in autonomia, comporre la propria lista. A gennaio ci fu detto che la candidatura a Presidente dell’attuale coordinatore regionale non era percorribile ma oggi questo si dichiara pronto in caso di chiamata alle armi da parte del Presidente Berlusconi.

Intanto dal fronte “Ricostruttori” si attende il primo passo ufficiale da parte del Professore Schittulli.

ansa

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*