“Perrone e consiglieri comunali sono fuori FI”, parola del neo coordinatore azzurro

LECCE- Paride Mazzotta chiede di far parte del gruppo consiliare di Forza Italia a Palazzo Carafa ma Sindaco e consiglieri comunali firmano un documento e dicono No. Ma andiamo per ordine. Paride Mazzotta se è vero che diventa rappresentante nell’assise cittadina da candidato nella lista civica fittiana è altrettanto vero che dopo alcuni mesi aderisce al Nuovo CentroDestra e solo una settimana prima di esser nominato da Luigi Vitali, coordinatore provinciale azzurro, lascia il partito di Alfano. Per tale motivo secondo Perrone ed i consiglieri ricostruttori, ad eccezione di Nunzia Brandi, non è accettabile la sua adesione ma questo non incassa il no e sentenzia: oltre ad esser tutto questo ridicolo, sappiano che sono fuori forza Italia e non saranno più ricandidati nelle nostre liste.

“Tutti coloro che hanno apposto la loro firma sul suddetto documento, infatti, si prenderanno la responsabilità politica di esser andati in difformità con un atto del presidente Silvio Berlusconi, che ha riconosciuto il sottoscritto come referente dell’intera Provincia di Lecce. Siamo al paradosso – continua nella nota il coordinatore provinciale del partito forzista. Il gruppo dei cosiddetti ricostruttori Cosa temono? O questo è un chiaro segnale di nervosismo di chi ha compreso di aver perso le posizioni di privilegio che il partito gli ha riservato fino ad oggi?”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*