Il Presidente del Consiglio Regionale sorpreso per la certezza Tap a Melendugno, ci fa o ci è?

BARI- “Crea grande sconcerto apprendere dai media che Tap ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’UE i bandi di prequalificazione per le opere a San Foca.” Il presidente del Consiglio regionale della Puglia Onofrio Introna si dice “sorpreso” dalla notizia che il consorzio del gasdotto azero accelera la procedura di selezione delle aziende che costruiranno la stazione di controllo e ricezione e la condotta offshore terminale. “Non mi risulta che sia definitiva la scelta dell’approdo della condotta sulla costa salentina. Mi sfugge, pertanto, la fretta per una localizzazione che potrebbe non essere la marina di Melendugno”.
Secondo questa posizione vorrebbe ribadire il sì al gasdotto ed il no a San Foca pur, la Regione, non avendo offerto alternative e mai spiegando come mai sia stato cambiato il sito da Lendinuso alla Marina di Melendugno.

“Il tavolo istituzionale non ha ancora completato i suoi lavori, per cui stento a credere che l’azienda abbia la certezza che il governo nazionale voglia chiudere la procedura trascurando del tutto quelle che sono le ansie e le preoccupazioni fin qui espresse dai territori”, sentenzierebbe il presidente del Consiglio regionale pugliese.

Introna si interroga anche del motivo per cui, all’incontro tecnico di martedì 24 marzo a Palazzo Chigi, non fossero stati chiamati anche i sindaci di Brindisi, Torchiarolo, San Pietro Vernotico e Otranto. Un’esclusione che preclude ogni eventualità di verificare ipotesi diverse da Melendugno.

“Risollecito perciò il Governo nazionale a tenere l’incontro del 30 marzo alla presenza di questi.  Non farlo,sottolinea Introna, “sarebbe un atteggiamento incomprensibilmente insensibile e disattento alle legittime attese delle comunità locali e alle richieste formali delle Istituzioni”.

Se inspiegabili risultano esser tante cose lo è anche questo tardivo risentimento del Presidente del Consigli Regionale come se tutti i salentini non capissero tanto altro. Se ci è o ci fa lo capiremo ma sarebbe meglio se svelasse i motivi per cui il gasdotto sia stato dirottato da Lendinuso a San Foca o dicesse se questa sua indignazione possa esser legata ad una temuta perdita di voti salentini in vista della prossima tornata regionale.

Cordialmente Giuseppe D. Vernaleone

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*