Assolto Salvatore Ruggeri: nessuna irregolarità nelle emissioni della fonderia

LECCE- “Nessun getto pericoloso di cose, in riferimento ai fumi prodotti dalla fonderia che porta il suo nome”: è stato assolto l’amministratore unico della “Ruggeri service”, Salvatore Ruggeri, segretario dell’Udc leccese. L’accusa era che l’azienda che sorge in agro di Muro Leccese producesse fumi i cui valori sforavano i limiti di legge delle emissioni in atmosfera. Furono i carabinieri del Noe a svolgere le indagini e l’Arpa raccolse i dati nel periodo di riferimento che andava da maggio a giugno del 2012. La “Ruggeri service” si adeguò immediatamente alla normativa, sostituendo gli impianti. Da sempre Ruggeri ha respinto ogni accusa e sottolineato che il periodo della contestazione era quello in cui ancora gli impianti non erano stati sostituiti ma si stava provvedendo a farlo.

“Siamo sempre stati convinti della nostra innocenza –commenta Ruggeri– non c’erano i requisiti, nè abbiamo mai pensato di andare contro la legge.Abbiamo creato questa azienda per dare lavoro e con un progetto nato 45 anni fa, con tanti sacrifici. Tutta la mia famiglia lavora lì -dice- trovo quanto mai assurdo cercare di portare avanti un discorso che possa portare danni alle persone ed ai miei familiari. C’è stato accanimento da alcuni personaggi del mio stesso comune. Il mio essere politico può aver dato fastidio a qualcuno, che si è inventato di tutto e di più. Sono stato messo alla gogna in questi quattro anni. Finalmente abbiamo dimostrato cosa non è mai stato. Siamo consapevoli di aver fatto tutto e che tutto faremo sempre con la predisp alla tutela dell’ambiente. A tutti coloro che ci hanno attaccato in questi anni dico che bisogna essere molto più cauti”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*