In Terra d’Otranto si rinnova il rito delle Tavole di San Giuseppe

GIURDIGNANO- Le case si aprono e il lavoro che per giorni ha tenuto impegnate intere famiglie, si offre nella sua bellezza a tutti. Le tavole sono apparecchiate nella stanze più grandi, dove le porte sono aperte, si affacciano sulle strade, e i profumi invitano ad entrare. 

Tovaglie ricamate e una tradizione antica che fissa il numero e le pietanze: sempre dispari, dai lampascioni al baccalà, dalla pasta e ceci al pesce fritto e poi la ruota, il grande pane di San Giuseppe.

Un tripudio di colori,sapori e profumi a Giurdignano, dove la festa in onore del santo si sposa con la devozione profonda, e ai riti civili si uniscono le celebrazioni religiose, e le tavole non sono altro che un regalo in onore del Santo. In piazza, l’allestimento della “Grande Tavola” , con i santi impersonati da eccellenze salentine, come Antonio Quarta della Quarta caffè e Jacqueline Adames, conduttrice di Terre del Salento.

Il Comune salentino è gemellato con i Comuni di Matera, Triggiano (Bari) e Fragagnano (Taranto) che venerano con particolare dedizione San Giuseppe.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*