Cestisti in carrozzina, rissa in campo? La rettifica dell’avvocato

LECCE- Riceviamo dall’ avvocato Giuseppe Seidita che scrive per conto e nell’interesse dell’ ASD I Ragazzi di Panormus, in persona del Presidente, Maurizio Guddo, questa comunicazione, che volentieri pubblichiamo. In riferimento all’ articolo “Cestisti in carrozzina, i leccesi vincono ma finisce a botte” del  8.3.2015, al contrario di quanto si afferma “l’intervento della polizia (avvisata dalla “Lupiae Team Salento) è avvenuto quando gli atleti erano già usciti dal tappeto di gioco ed era già terminata ogni scaramuccia, talché gli agenti intervenuti sul posto si limitavano a raccogliere le diverse versione dei fatti e si allontanavano. Ad onor del vero, inoltre, si sottolinea che l’unico atleta che riportava la frattura di una costola era giocatore in carrozzina dalla ASD I Ragazzi di Panormus aggredito alle spalle da atleta normodotato della Lupiae Team Salento”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*