Vitali: “Caro Fitto, per una lista in comune il tempo è scaduto”

BARI-Lista unica? Tempo scaduto. Luigi Vitali suona il gong e lo fa durante la riunione che a Bari porterà entro 48 ore a designare il commissario provinciale del partito. Non usa giri di parole per dire che la proposta ventilata nelle ultime ore di condividere le liste con Fitto è rifiutata e la porta di casa è sbarrata per chi non ha inteso partecipare a quella ormai famosa riunione di consiglio. “Fitto non me l’ha detto – ha dichiarato Vitali – se lo avesse detto avrei risposto: ‘ringrazio il dottore, rifiuto e vado avanti’, perché le liste le fa il commissario regionale con il presidente Berlusconi. Sette persone erano assenti ingiustificate. Io – ha continuato il commissario – ho detto che per me i presenti erano ricandidati e chi era assente avrebbe dovuto risolvere un problema. Non è cambiato nulla, Fitto può fare tute le dichiarazioni che vuole, se lui vuole giocarsi questa partita a perdere, perderà lui non perderà la Puglia perché vinceremo anche senza Fitto. Ma lo invito ancora una volta a butare la maschera e scendere in campo e fare la sua lista come l’ha sempre fatta al 2005 ad oggi”.

E di più. Vitali non riconosce nemmeno la manifestazione di domenica come evento di partito “Domenica è la manifestazione di Fitto. Se Fitto inviterà il commissario regionale potrebbe anche diventare una manifestazione di Forza Italia”.

E a chi gli fa notare che alla manifestazione di avvio della campagna elettorale di centrodestra di domenica scorsa non ci fossero bandiere di Forza Italia, risponde: “Le bandiere eravamo io, Iurlaro, Sisto e tutti i presenti. In carne ed ossa e non di stoffa”.

Quanto alla politica di fitto fa notare ciò che è accaduto a maglie: “Fitto deve spiegare perché ha fatto delle primarie una battaglia nazionale e nella sua città Maglie non fa le primarie. I sono tre candidati a Maglie ha già deciso il candidato sindaco senza primarie. Le barzellette si raccontano dopo cena, per digerire”.

La riunione barese non registra molte presenze. “C’è chi perde il proprio tempo a diffidare gli amici a partecipare alle mie riunioni”. Lecce sarà l’ultima provincia in calendario. L’ha tenuta per ultima – ha spiegato – per organizzarla per bene e con calma. Del resto gioca in casa Fitto e la sfida è più dura.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*