Lecce, partono le richieste per il club

Ottica Salomi

LECCE- C’è già qualcuno che bussa alla porta di Savino Tesoro per chiedere la società rilevata nell’estate 2012 dalla famiglia Semeraro. L’imprenditore di Spinazzola giovedì scorso ha detto basta.

A giugno lascerà il club, non iscriverà la squadra al prossimo campionato. L’avventura calcistica nella città del barocco è finita. E c’è già chi si sta informando sulla situazione della società leccese. L’agente Fifa Morabito si è fatto portavoce di un gruppo di imprenditori. Lo stesso Joseph Cala si è fatto nuovamente avanti, ma il patron del club leccese Savino Tesoro non parlerà in prima persona per il momento, con i soggetti interessati, ma lo farà il proprio advisor. In queste prime battute non si manifesta concretamente l’interesse reali di imprenditori o eventuali cordate. Per questo motivo prima di avviare una vera trattativa i potenziali acquirenti dovranno dimostrare di essere seriamente interessati alla società.

Intanto la squadra (con la ripresa degli allenamenti del pomeriggio) prepara la sfida di lunedì sera contro il Messina, in programma al Via del mare alle 20,45.

Dopo la vittoria sul campo della paganese la squadra giallorossa è chiamata a dare continuità alla propria marcia per non perdere posizioni. Con il successo in terra campana la formazione leccese si è assestata al terzo posto che a fine stagione varrebbe la qualificazione play off. E’ questo l’obiettivo della squadra di Bollini, lontanissima dal primo posto occupato dal Benevento e dal secondo posto (dove staziona la Salernitana) che permetterebbe alla squadra salentina di minacciare da vicino il Benevento.

Contro il Messina si potrebbe rivedere Fabrizio Miccoli che nei prossimi giorni dovrebbe rimettersi al passo con i compagni di squadra.

Il capitano, che sembra tentato dall’addio al calcio giocato, si metterà a disposizione del tecnico giallorosso. Il nuovo allenatore ha scelto, per il momento, il 4-3-3 come modulo guida e per Miccoli la concorrenza è spietata. L’unico ruolo che l’attaccante di San Donato potrebbe ricoprire è quello di attaccante centrale, in concorrenza con il capocannoniere Moscardelli e con Manconi, punta giunta dal Novara nell’ultimo mercato di gennaio . Le corsie esterne, infatti, sembrano ben coperte dopo gli innesti di Guastavo, Embalo e Herrera e con l’utilizzo, all’occorrenza, di Lepore senza dimenticare la presenza di Doumbia del quale quest’anno si sono perse le tracce in moltissime occasioni

A proposito di Manconi, l’ex attaccante del Novara potrebbe recuperare dall’infortunio alla caviglia destra ed essere una risorsa in più per l’allenatore Bollini. Dei nuovi arrivati è l’unico a non aver ancora debuttato in giallorosso.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*