Stagione per stagione, tutte le pratiche agricole da effettuare sui campi

LECCE- Cosa fare sui terreni, in ognuna delle aree delimitate, è spiegato nella determina regionale numero 10 del 6 febbraio scorso e lo ha ribadito in mattinata il direttore dell’Osservatorio fitosanitario regionale, Antonio Guario. Qualsiasi proprietario e conduttore può verificare in quale fascia ricade la sua particella sul portale sviluppo rurale della Regione Puglia. Misure che in alcuni casi hanno provocato contestazioni, per l’utilizzo di prodotti chimici e per gli espianti comunque previsti.
Dunque, nella zona cuscinetto, la Regione impone trattamenti insetticidi e interventi agronomici per il controllo degli insetti vettori , oltre all’eliminazione di tutte le piante ospiti presenti in alberature stradali, spartitraffico, fossi, canali e aree verdi. Idem nel cordone fitosanitario.

Nella zona di eradicazione ampia un chilometro e a ridosso di quella cuscinetto, è prevista, appunto, una “azione severa di eradicazione dei focolai ritenuti pericolosi”, con “l’immediato abbattimento di tutte le piante infette anche se si riscontra la sola presenza dei sintomi ascrivibili a Xylella fastidiosa”, il “controllo degli insetti vettori potenzialmente infettanti mediante trattamenti fitosanitari e operazioni agronomiche obbligatorie” e l’eliminazione di tutte le piante ospiti a bordo strada, nei canali e così via.

Infine, nella zona infetta, gli interventi di potatura devono essere periodici ogni due anni; vanno fatti tempestivamente sulle piante con sintomi iniziali, mentre quelle con sintomi gravi è previsto che debbano essere estirpate previa autorizzazione dell’Ufficio provinciale agricoltura.. i residui di potatura e le foglienon possono essere spostati ma essiccati in situ o bruciati o trinciati e distribuiti all’interno del campo. I tronchi e i rami senza vegetazione, invece, possono essere movimentati. Tra gennaio e aprile vanno effettuate le lavorazioni del terreno, tramite fresatura, o la trinciatura delle erbe; là dove non si arriva con le arature, si può procedere con il diserbo tramite il fuoco, con tutte le precauzioni previste, ma sarebbero possibili anche interventi chimici a base di prodotti a basso impatto ambientale. Tra maggio e agosto, si prevedono due interventi insetticidi, che dovrebbero essere continuati fino a dicembre contro gli adulti delle cicaline. Misure, queste ultime, criticate da chi si dedica all’agricoltura naturale e biologica.

Tutte queste attività, inoltre, vanno provate: è per questo che si chiede di registrare sull’apposito quaderno di campagna gli interventi eseguiti e di conservare per tre anni i documenti fiscali relativi alle operazioni effettuate, come le fatture per acquisto di fitofarmaci e delle arature.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*