F.I. Puglia: consiglieri “evasori” a rischio candidatura

BARI- In attesa dell’elezione del presidente della Repubblica Forza Italia nazionale non getta la spugna nella disputa con il leader Raffaele Fitto. Nei giorni scorsi la parlamentare più vicina a Silvio Berlusconi, la senatrice Rossi,ha inviato un’ e-mail contestando al gruppo regionale azzurro di non pagare il contributo al partito nazionale addirittura dal 2010. Ogni consigliere avrebbe “evaso ” circa €48.000 ossia € 800 al mese e per un totale complessivo di 864.000 euro in cinque anni.
Che qualcuno possa ipotizzare che questa mossa sia per minare, ulteriormente, il territorio di Raffaele Fitto non è da escludere, di certo da Roma fanno comprendere che, se non si dovesse metter mano al portafoglio, molti sarebbero a rischio candidatura.

Come dire: la direzione nazionale sta temporeggiando sul commissariamento del partito ma se si dovesse continuare nell’indipendentismo al leader di Arcore potrebbe giunger un superuomo e potrebbe esserci un totale rinnovamento anche dei candidati, specie alla luce delle schermaglie non affievolitesi tra Maglie ed Arcore sempre più distanti, e distinti, e forse solo sino a dopo le regionali nello stesso partito

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*