Anziana attende 12 ore per ricovero e poi muore

SCORRANO– Un’anziana di Muro Leccese con problemi respiratori cade, si aggrava ed il figlio la porta al pronto soccorso dell’ospedale di Scorrano. Non ci sono posti letto e passano12 ore prima che venga ricoverata. Alla quattordicesima ora, il suo cuore cessa di battere.
La denuncia, per ora rivolta a noi ma che presto potrebbe essere formalizzata, è del figlio della donna. L’uomo non lamenta affatto il lavoro svolto da medici e operatori sanitari, “che si sono impegnati tantissimo, ma che avevano troppo lavoro”. E ancora dice: “Siamo arrivato al pronto soccorso all’1,30 della notte tra il 4 ed il 5 gennaio. L’ospedale era talmente pieno che mia madre, sottoposta a tac ed accertamenti vari, ha trovato posto solo alle 13,30 e non nel reparto di medicina, ma in quello di ortopedia, dove è morta alle 15,00”.

L’uomo parla di un ragazzo infartuato che è stato trasferito al Fazzi di Lecce, e di una donna con una colica renale in corso che si contorceva dal dolore e alla quale solo dopo molto tempo sono stati somministrati gli analgesici. “Ripeto -dice- non è colpa di chi lavora in ospedale, ma le strutture sono piene zeppe. Ed oggi dico che non so cosa sarebbe successo se non fosse stato così. Mia madre, forse, oggi sarebbe ancora viva”. 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*