Paura al centro di accoglienza: sequestrati 8 operatori

SAN CESARIO- Momenti di tensione presso il centro di accoglienza Solidarietà Salento di San Cesario. Alcuni ospiti (extracomunitari di 16 e 17 anni) della struttura hanno sequestrato otto operatori, tra cui la responsabile che è incinta. All’origine del folle gesto, la voglia di protestare contro una serie di restrizioni dovute alla carenza di fondi. In particolare, sembra che i giovani pretendessero risorse economiche e cibo consono alla loro religione.

L’episodio si è verificato mentre era in corso una riunione tra il direttore, la responsabile e i vari operatori. Stando a una prima ricostruzione, i giovani hanno impedito agli operatori di uscire dal Centro bloccando i cancelli con filo spinato.

Alla fine, grazie anche all’intervento del sindaco, Andrea Romano, si è riusciti a trovare una trattativa e a lasciare liberi “gli ostaggi”. Sul posto anche carabinieri e 118. La responsabile, incinta, è stata colta da un malore ed è stata accompagnata in ospedale.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*