Primarie, centrosinistra: “Chiediamo scusa” e si vota nuovamente

LECCE-  A poche ore dall’apertura delle urne, il centrosinistra si ricompatta e conferma l’intenzione di celebrare le primarie che nella nottata di domenica consegneranno il nome del candidato presidente di Regione.Il tavolo del centrosinistra convocato per ratificare un accordo trovato in nottata ha dato come esito un documento che ricalca la volontà di non mandare tutto all’aria.

I tre candidati stravolgono le agende e corrono nei rispettivi quartier generali per dire la propria. Per Minervini è stato uno spettacolo indecoroso. Stefàno, invece, annuncia che si va alle urne, perché

Fatto sta che il problema dell’Udc è tutt’altro che risolto. Il presidente del Consiglio Introna e mediatore notturno fra le parti ha rimandato la questione alla prossima settimana. Ma è stato il governatore a chiarire che la posizione su questo, non è affatto cambiata: “Da lunedì, se si cambia ci saranno due centrosinistra”

“Chi cambierà autonomamente le carte in tavola – ha concluso – avrà sulle spalle la responsabilità della tenuta della coalizione”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*