Torre di Belloluogo, Torre del Parco e Carlo V “letti” da Gianni Carluccio

LECCE- Nel suggestivo scenario della “sala delle prigioni” di Torre del Parco, dimora storica di Lecce, il “racconto” attraverso le foto, anche storiche di tre dei monumenti più significativi della città: Torre del Parco, Torre di Belloluogo ed il Castello Carlo V. Ha relazionato il Professor Gianni Carluccio, responsabile dell’ archivio Schipa, che ogni anno offre la propria disponibilità all’ Associazione Nazionale Educatori Benemeriti. Proiettate più di 500 immagini che ricostruiscono la storia dei tre monumenti della città, in un contesto, quello della Torre del Parco, da lui stesso studiato e presentato nella primavera del 2006, in occasione dell’apertura della Torre con il FAI.

La torre di Belloluogo è stata illustrata attraverso diverse foto storiche a partire dalla prima di Pietro Barbieri (del 1885 circa) ed altre di Giuseppe Palumbo ( della metà degli anni ’20); ma non solo, i partecipanti hanno potuto godere di altre immagini sia dell’interno che dell’esterno della Torre Angioina trecentesca (prima e dopo i lavori di restauro), del Ninfeo, del frantoio e di alcuni ambienti nei quali sono presenti alcuni graffiti in greco medievale.

Sulla Torre di Belloluogo il commento delle immagini di archivio con disegni e foto a partire dall’800. Infine per il Castello di Carlo V, opera di Gian Giacomo dell’Acaia, sotto l’imperatore Carlo V, il Prof Gianni Carluccio ha fatto visionare quanto prodotto sul suo sito in occasione dell’apertura del Castello e dei suoi sotterranei, nelle “giornate di Primavera” del 2014. Per tutti la possibilità di ammirare gli ambienti del Castello con le eleganti sale presenti nelle torri trecentesche.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*