Spazi pubblici e privati di incultura europea

LECCE- Ricordate quando, alla vigilia della visita degli euro-commissari, vi mostrammo dei punti di Lecce che sarebbe stato meglio “nascondere”? Si tratta di aree che di certo non avrebbero giovato alla città, nella corsa per diventare Capitale europea della cultura 2019. 

Alla fine, si sa, per i commissari è risultata essere Matera la più meritevole del titolo. Ma rinfreschiamoci la memoria e torniamo su quelle criticità, su quelle brutture.

Dunque parliamo dello stabilimento ex Fiat Venturi, dell’area dell’ex caserma Massa e dell’ex Galateo. Pubblici o privati che siano, sono 3 “ex” che però restano sotto gli occhi di tutti. Per la ex Massa, però, qualcosa è già cambiato: la recinzione è stata completamente rifatta ed è decorosa. Lo stato di abbandono resta dunque solo nel cantiere all’interno del perimetro, fermo per la bagarre giudiziaria tra Comune e Ministero dei Beni culturali.

Da oggi parte il nostro focus su ogni singola “bruttura”, a caccia di responsabilità ma soprattutto di soluzioni.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*