Legge Delrio, tutti a Bari per evitare il rischio “caos”

BARI- Si è tenuto questa mattina a Bari il primo incontro tra Regione, Anci e Upi per ridefinire le competenze e riorganizzare le funzioni degli Enti dopo la soppressione delle Province voluta dalla legge Delrio. La situazione confusa e precaria ha costretto a rivedere con urgenza l’intero quadro delle realtà istituzionali. “Il rischio – ha commentato il governatore Vendola – è che quanto gestito fino ad ora dalle Province, ovvero trasporto, ambiente, scuole, salti in aria”.

Per questo ora si procederà con la mappatura delle funzioni, dei beni, delle risorse e del personale per capire come riorganizzare il tutto senza penalizzare i cittadini. Il presidente di Upi Schittulli convocherà i presidenti degli Enti di secondo livello martedì prossimo per capire che strada intraprendere. “Le province – ha detto – non solo affatto abolite, sono vive e vegete”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*