Marijuana per il malato di Racale, la polizia sul palco del Congresso dei Radicali

CHIANCIANO TERME-  Durante il tredicesimo Congresso di Radicali italiani, la polizia è salita sul palco per  impedire alla segretaria Rita Bernardini di cedere sacchetti contenenti marijuana ad Andrea Trisciuoglio, affetto da sclerosi multipla e segretario dell’Associazione Lapiantiano Cannabis Social Club Racale.L’intervento -riferisce una nota del partito- è avvenuto intorno alle 13.15, mentre Rita Bernardini portava a termine l’azione conclusiva della terza disobbedienza civile sulla cannabis erapeutica, cedendo ai malati che ne necessitano, le bustine di marijuana provenienti dalle diciotto piantine coltivate da Marco Pannella, Laura Arconti e dalla stessa Rita Bernardini.

Quest’ultima ha espressamente invitato le Forze dell’Ordine, presenti in sala, a compiere il loro dovere e ad arrestarla per la coltivazione e la cessione di marijuana ai malati. Gli agenti hanno però solo sequestrato le bustine con la cannabis, che ora saranno analizzate e inviate al pm. 

“Da 30 anni chiediamo di essere arrestati –ha affermato Bernardini – perché sia fatto nei nostri confronti quello che ogni giorno viene fatto ai privati cittadini, che vengono arrestati per coltivazione di cannabis. Vogliamo che le leggi dello Stato siano applicate e siano vive”.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*