Influenza alle porte, vaccini col contagocce: copertura solo del 57%

LECCE- Influenza alle porte, ma vaccini eseguiti con il contagocce: coperto appena il 57 per cento degli anziani con età superiore a 64 anni. Peggio fa solo Brindisi, con il 55 per cento, mentre le coperture della Bat raggiungono il 69 per cento e a Taranto il 65. I dati provengono dall’Osservatorio epidemiologico regionale. Un trend negativo dovuto a più fattori: scarsa sensibilità degli operatori sanitari (molti medici di base invitano ad evitare la vaccinazione antinfluenzale), recrudescenza dei movimenti antivaccinisti e scarsa efficacia delle campagne informative della Asl, che, tra l’altro, è alle prese con un’altra grana: negli ambulatori mancano computer e stampanti. La disponibilità dell’attrezzatura è garantita soltanto in 14 dei 67 ambulatori, vale a dire meno del 30 per cento dei casi. Lecce è la più “povera”, visto che Bari, Brindisi e Bat sono coperte al 100 per cento, Taranto e Foggia al 60 per cento.

Non è un dettaglio: le funzioni principali da monitorare sono quelle del magazzino, che consente di tenere sotto controllo le scorte di vaccini (costano molto alla collettività e se non usati vengono distrutti); le lettere-invito che permettono la produzione di liste di soggetti da arruolare per la vaccinazione e le statistiche per il monitoraggio e il confronto dei dati.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*