Noe, cava come deposito di rifiuti: scattano i sigilli

NARDO’- I carabinieri del Noe hanno posto i sigilli a una cava di circa 5000 mq in cui erano stati depositati rifiuti pericolosi e non. L’area sottoposta a sequestro, in località Fattizze, territorio di Nardò, è di proprietà di un imprenditore agricolo, ma in uso ad una società operante nel settore delle attività estrattive. Tra i rifiuti rinvenuti: inerti da demolizioni edili, pilastri di cemento armato, materiali plastici, rifiuti ferrosi, pneumatici esausti, traversine ferroviarie, vetro e filtri per autovetture.

Al termine del controllo, il legale rappresentante della società è stato denunciato per deposito incontrollato e gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*