Sequestro preventivo: si ferma “Salento Calcestruzzi”

LEQUILE- Dal sequestro d’urgenza, al sequestro preventivo per “Salento Calcestruzzi”, l’opificio di Lequile che, stando alle indagini del NOE, nonostante un’ordinanza di sospensione immediata dell’attività emessa dall’ufficio tecnico del comune per mancanza di agibilità, continuava a funzionare disperdendo in aria polveri pericolose. Il 20 settembre scorso, il sopralluogo dei Carabinieri, allertati da alcuni cittadini, ha accertato come le attività produttive fossero non a norma. Per questo scattarono i sigilli all’ impianto di produzione di calcestruzzo e all’attiguo deposito di materie prime. Ora, come chiesto dal pm Elsa Valeria Mignone, l’impianto è stato fermato.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*