Piano di riordino, Loredana Capone: “Basta polemiche, è da masochisti”

COPERTINO- L’assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia, Loredana Capone, cerca di stemperare le polemiche chiedendo di guardare alle opportunità e di lavoriamo insieme per un’offerta sanitaria capace di rispondere alle esigenze del territorio”. “Non facciamo i masochisti ma guardiamo alle 300 assunzioni solo per la provincia di Lecce -spiega – C’è tempo fino al 31 dicembre per approvare la nuova pianificazione.

Fino allora l’assessore Pentassuglia è disponibile al confronto e a ridiscutere la bozza regionale. E’ importante, allora, concentrarsi sull’obiettivo e lavorare in sinergia, con le Asl e i singoli nosocomi, per dare al territorio la migliore risposta in termini di salute”. Anche la proposta che riguarda ostetricia e ginecologia a Copertino merita un’attenta riflessione.

A Copertino, infatti, si registrano oltre 900 parti l’anno. Molti di più, quindi, dei 500 che il Ministero della Salute ha definito pericolosi suggerendo, in quel caso, l’unificazione con punti nascita vicini. Dopo Lecce, Copertino è l’ospedale più ambito dalle donne gravide e, sacrificarlo, significherebbe non assicurare più un idoneo servizio a tutto l’area nordovest del Salento.

Ora che i conti sono tornati a posto dobbiamo lavorare guardando al presente e al futuro insieme”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*