Tragedia vicino la torre, si immerge con maschera e pinne e muore

TORRE MOZZA- Galleggiava in acqua ormai senza vita quando il bagnino presente in spiaggia si è accorto di lui. Si è gettato in mare ed ha tirato il corpo a riva, ma per Vito Rosafio, 63 anni, pensionato, non c’è stato nulla da fare. La tragedia in mattinata nello specchio d’acqua di Torre Mozza, vicino alla torre.

L’uomo era con maschera e pinne, si era immerso per una battuta di pesca in apnea, la sua passione. Qualcosa è andato storto, si è sentito male e non ce l’ha fatta a tornare a riva. I medici e gli operatori del 118 hanno provato a rianimarlo, ma è stato tutto inutile.  È morto in acqua, a 100 metri dalla riva Vito Rosafio, di Gemini di Ugento, da tempo residente a Milano. Praticava la pesca in apnea, una sua passione e si era immerso, anche questa volta, con la sua attrezzatura.

Un paio d’anni fa era stato salvato in extremis. Si era sentito male in acqua, ma ce l’aveva fatta.  Questa volta non è andata così. Le indagini sono affidate ai militari della Capitaneria di porto di Torre San Giovanni, i primi ad essere intervenuti.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*