Acceleratore lineare, la Regione dice sì e si offre anche un privato

LECCE- Continua la battaglia di alcuni cittadini per portare al più presto l’acceleratore lineare di ultima generazione anche a Lecce, evitando così i viaggi della speranza. Massimo Rizzo, insieme ad altri cittadini, ha consegnato all’assessore regionale alla Sanità Pentassuglia le circa tremila firme dei comuni salentini in cui si chiede che anche il Fazzi si doti delle tecnologie all’avanguardia nella lotta al cancro. Per quanto riguarda l’acceleratore, sono stati fatti dei grandi passi avanti: la Regione ha messo a disposizione 2 milioni e 700 mila euro e l’ASL ha già pubblicato la delibera per la manifestazione d’interesse. I cittadini, però, chiedono che si punti anche sui gruppi multidisciplinari, ovvero equipe di alto livello.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*