Giallo a Squinzano, spari contro un agriturismo

SQUINZANO  – Indagini in corso sull’inquietante episodio verificatosi nella notte tra venerdì e sabato. A Squinzano, sono stati esplosi tre colpi di pistola contro un agriturismo. Si tratta dell’attività di proprietà dei genitori di Saida Bruni, 23enne di Squinzano, finita in manette nel 2012

La giovane venne trovata in possesso di  un carico di cocaina proveniente dal nord e diretta, insieme a due nordafricani, nel Salento.

Sul luogo degli spari sono intervenuti i carabinieri e la scientifica. Stando a un primo sopralluogo i colpi sarebbero partiti da una pistola calibro 7,65. Indagini in corso. 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*