Capitale della Cultura: bid book, “segreto” per strategia

LECCE- “Non vogliamo mostrare i nostri punti di forza e quelli deboli all’avversario”. Airan Berg risponde così a chi lo accusa di aver segretato il bid book -il libro offerta- con cui Lecce si gioca la partita per diventare capitale europea della cultura 2019.
in queste tre settimane che precedono la data fatidica del 17 ottobre, quando la commissione di valutazione si esprimerà definitivamente, Lecce si gioca il tutto per tutto. Qualcosa è stato svelato dallo stesso coordinatore artistico: il libro si apre con la terra e si chiude con il mare e in mezzo ci sono le persone, persone che “fanno cose”, quelle cose che trasformano in azione le utopie. 12mila sono i singoli, le associazioni, le scuole, gli imprenditori che hanno collaborato ad offrire la migliore Lecce all’Europa e, nelle 100 pagine, ci sono i nomi di tutti.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*