Il Salento veste Azzurro, Antonio Conte è il nuovo ct della Nazionale

Ottica Salomi

LECCE- Sapore di Salento in Nazionale. Il leccese Antonio Conte ha detto sì alla Federcalcio e dal 4 settembre, giorno di Italia-Olanda a Bari, il destino dell’ex tecnico della Juventus si legherà a quello azzurro. 

 “L’Italia ha bisogno di un condottiero e credo che Conte sia quello giusto”. Così il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, commenta la nomina di  Conte a ct della Nazionale. 

Con Conte cambierà tutto: i metodi di lavoro e di preparazione (più stage e contatti continui con i club) e la formazione della Nazionale. In campo verrà confermato il blocco Juve ma con l’inserimento dei giovani più promettenti (da Verratti a Darmian e De Sciglio, da Berardi a Destro e Florenzi).

Il salentino Antonio Conte  guadagnerà 3,6 milioni l’anno per due stagioni, ma più della metà dell’ingaggio sarà pagata da un pool di sponsor, tra cui spicca la tedesca Puma. “Il contratto tra la Figc e Antonio Conte – afferma la Federcalcio – prevede un compenso allineato ai costi della precedente gestione con un bonus per la qualificazione a Euro2016, un ulteriore bonus in caso di miglioramento del Ranking Fifa di almeno 5 posizioni, e un terzo bonus in caso di partecipazione alla finale Euro 2016. Contestualmente, la Federcalcio ha definito i termini di un nuovo rapporto di partnership commerciale con alcuni dei propri sponsor con termini assai innovativi per la internazionalizzazione del marchio Figc e la valorizzazione della Nazionale, e che prevedono anche l’utilizzazione dell’immagine del nuovo c.t. come testimonial, rendendo così possibile l’intera operazione”.

Nel frattempo,  la Juventus, club del quale è stato bandiera da calciatore e condottiero da tecnico, ha voluto riservargli i propri auguri per la nuova avventura su Twitter: “Un grande in bocca al lupo ad Antonio Conte per la nuova avventura ala guida della Nazionale italiana”.

“Ho dimostrato di essere un vincente” disse un mese fa, nell’improvviso addio alla sua squadra. Sulla panchina bianconera  ha infatti  dimostrato di essere un vincente: vincere vincere è stato il suo credo, pure nelle amichevoli senza importanza…. ora dovrà dimostrarlo anche in Azzurro.

“Il primo commissario tecnico meridionale della storia azzurra è un leccese –commenta il sindaco Paolo Perrone su Facebook–  Da leccese come lui, da sportivo, da tifoso giallorosso, sono orgoglioso. È un onore che il calcio italiano consideri Antonio Conte l’uomo della rinascita azzurra, dopo due Mondiali disastrosi. Èd è un onore che l’eredità gloriosa di Pozzo, Bearzot e Lippi sia nelle sue mani. È un onore, certo, ma è anche il mestiere più difficile che ci sia, sportivamente parlando. Anche la sua città – credetemi – deve stargli vicino. Basta con le incomprensioni e con i rancori verso il Conte juventino. Da oggi è l’allenatore della Nazionale, che è una ed è di tutti. La gioia è sua ed è nostra. Per condividerla, è il momento che Lecce sportiva faccia pace con lui una volta per tutte. É il momento giusto. Complimenti e in bocca al lupo, Antonio!”

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*