Abusi sul demanio marittimo, sequestri in due lidi

GALLIPOLI- Sequestrate alcune opere abusive in uso ai bar-ristorante Lido dell’Ancora e K2. Nel primo caso i militari della Capitaneria di Porto hanno scoperto che un’area di 850 mq era stata abusivamente predisposta per essere destinata a parcheggio. Nell’area che era invece regolarmente in concessione al titolare dello stabilimento è stato scoperto un manufatto interrato e destinato alla raccolta di liquami.

Mentre al K2 è stato rinvenuto un manufatto di circa 21 mq usato e occupato  abusivamente come deposito.Inoltre è stato scoperto che su un’area demaniale era stato realizzato un piano calpestabile in calcestruzzo di circa 87 mq, mentre su un’area privata, al confine con il demanio marittimo, una veranda di 40 mq.

Il tutto è stato sottoposto a sequestro. I titolari dei lidi sono stati deferiti  all’Autorità giudiziaria per i reati di occupazione abusiva, innovazioni non autorizzate in area in concessione e realizzazione di opere edilizie in assenza di un regolare permesso.

 

guardia costiera

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*