Lecce, 5 gol alla Juve baby

LECCE- Seconda amichevole del Lecce in questo pre campionato: a Chatillon il Lecce ha affrontato la formazione Primavera della Juventus.Il tecnico Lerda ha schierato nel primo tempo: Caglioni, Donida, Martinez, Abruzzese, Lopez, Cicerello, Salvi, Papini, Rosafio, Miccoli, Della Rocca.
Nella ripresa, invece, hanno giocato: Caglioni (19′ Bleve), Pino, Brunetti, Sacilotto, Rullo, Kalombo, Tundo, Salvi, Cicerello, Bogliacino, Persano. Nel secondo tempo al 19′ al posto di Salvi è entrato l”attaccante Jurgen Pandiani (classe ’92), che in questi giorni si allenerà con i giallorossi a Saint Vincent. Pandiani ha giocato nell’ultima stagione con la Spal in Seconda Divisione. La gara è terminata 5 – 1.

I giallorossi sono passati in svantaggio a causa del gol bianconero realizzato da Lafuente. La squadra leccese ha pareggiato con Miccoli, il quale ha realizzato un rigore al 20′ e si è ripetutto al 45′. Prima dell’intervallo a segno anche Della Rocca, autore di una doppietta mentre nel secondo è andato in rete Cicerello (11′). Non ha preso parte alla gara il centrocampista Franco Lepore, il quale afferma: “Tornare a vestire la maglia giallorossa è il coronamento di un sogno che avevo da tempo – ha dichiarato Lepore -. Mi era rimasto l’amaro in bocca per l’infortunio che subii e che mi fermò cinque anni fa. ora voglio riprendermi quello che ho lasciato in passato. Ai nostri tifosi dico di starci vicino, come sempre hanno fatto in questi anni. Come ha detto Fabrizio, tutti assieme uniti dobbiamo costruire un fortino e saremo ancora più forti”, così conclude il centrocampista leccese che ha firmato un contratto annuale con la società leccese.

Per il calciomercato potrebbe arrivare presto la risposta di Davide Moscardelli, il quale sta valutando la proposta del Lecce. MDavide Moscardelli ha 34 anni, ha chiuso l’ultima stagione con il Bologna, ma la società felsinea non ha rinnovato e così il bomber è libero. Moscardelli spera di trovare una sistemazione in serie B e non dover valutare proposte dalla Lega Pro.

Una di queste è arrivata dal Lecce. A convincere Moscardelli a scendere di categoria e a ripartire dalla serie C potrebbe essere innanzitutto un contratto (un biennale) che scioglierebbe d’incanto tutti i dubbi dell’attaccante che ha 34 anni, la stessa età di Fabrizio Miccoli. Ad intrigare Moscardelli anche le ambizioni di una squadra come il Lecce che punta per la terza stagione di fila alla risalita in serie B. La risposta arriverà nelle prossime ore, il Lecce non può aspettare di più perché ha la necessità di individuare un altro attaccante. Il reparto offensivo è rappresentato attualmente da Fabrizio Miccoli e Gigi Della Rocca. Il diesse tesoro è alla ricerca di una punta e di un esterno poiché sono partiti Bellazzini (ceduto al Venezia), Barraco (al Catanzaro) mentre per Ferreira Pinto si è deciso di non continuare il rapporto; così, il brasiliano, dopo i giorni di pre ritiro in sede, ha salutato i compagni di squadra.

All’inizio della prossima settimana dovrebbe esserci la fumata grigia per Walter Lopez. Il difensore uruguaiano vuole solo il Lecce. Lo sa perfettamente anche il suo agente, Pablo Betancourt, che gestisce parte del cartellino del calciatore. L’accordo sembra ormai vicinissimo e innocui sembrano i tentativi di avvicinamento da parte del Benevento.

Dopo il contratto di Lopez dovrebbe essere sistemato anche quello di Rullo. Durante il blitz a Saint Vincent il diesse Tesoro ha formalizzato l’accordo con Luis Gabriel Sacilotto e Franco Lepore. Prima aveva firmato il contratto del portiere Caglioni. Resta adesso quello di Rullo aggregato non per caso alla comitiva giallorossa sin dal primo giorno.

Restano da valutare le posizioni di Mariano Bogliacino e Nicolas Amodio. Il tecnico Lerda li considera funzionali al progetto tecnico, ma per la società non sono incedibili. Se arrivassero buone offerte si valuterebbe la cessione dei due calciatori che sono andati a corrente alternata nel corso dell’ultima stagione.

Infine si complica l’intreccio di mercato con la Sampdoria. Ai blucerchiati dovrebbe andare il portiere Benassi. Percorso inverso dai doriani ai giallorossi dovrebbero compierlo i centrocampisti De Vitisi e Juan Antonio. Il primo, però, figlio dell’ex attaccante leccese del Piacenza, Totò De Vitis, si è infortunato venerdì pomeriggio: si sta valutando la distorsione al ginocchio. Per il secondo il nodo è rappresentato dall’ingaggio dell’argentino: troppo alto per la società leccese, ma la Sampdoria potrebbe contribuire e favorirne il passaggio in giallorosso.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*