“Si ripristini il servizio del trasporto oncologico”, papà di ragazza malata si incatena nell’aula del Consiglio regionale

BARI- Per chiedere di ripristinare il servizio di trasporto dei malati oncologi nella provincia di Taranto, Angelo Gianfrate, il papà di una ragazza malata di cancro, si è seduto nell’aula del Consiglio regionale pugliese, dove era in corso una seduta, avvolto da una lunga catena. “Da gennaio 2014 – spiega – il servizio è stato sospeso per 1.200 pazienti che ora non possono più curarsi”. “È una vergogna, – aggiunge – ai pazienti stanno spegnendo anche l’ultima fiammella che resta”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*