Disagi e degrado alle poste di Taranto, ecco il piano degli interventi

TARANTO- È il «portone dello scandalo», quello delle Poste Italiane su corso Vittorio Emanuele. «Rotto e pericolante oramai da mesi, senza che nessuno degli addetti si interessi della sua riparazione».
È la denuncia dei Lavoratori delle Poste di Taranto, stanca di subire «l’indifferenza e la superficialità di chi, anziché occuparsene, preferisce starsene comodo sulla propria poltrona». I disagi riscontrati negli uffici postali sul Lungomare non sono l’unico caso ad essere ignorato a nella provincia di Taranto, è solo l’emblema più rappresentativo di Taranto.

Girando per i diversi centri infatti, ci si accorge di «impianti di climatizzazione non funzionanti a causa di mancata manutenzione, uffici a forte precarietà igienica, postazioni di lavoro malridotte che non ne consentono la corretta postura del lavoratore oppure- po- uffici postali come quello di via Molise, dove l’aria è irrespirabile, a causa di un pozzetto di ispezione fognante presente al suo interno, ove confluiscono gli scarichi dell’impianto di climatizzazione, che ne altera il corretto funzionamento». Immediata le replica dell’azienda che, prende atto della situazione e, ha spigato, avvierà una serie di lavori tra Taranto e provincia

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*