Ico Tito Schipa a rischio, Godelli: “Senza risorse non si può fare nulla”

LECCE- Il futuro della Fondazione Ico Tito Schipa al centro di un confronto fra amministratori, politici, musicisti e addetti lavori, alla presenza, fra gli altri dell’assessore regionale alla cultura Silvia Godelli e dell’assessore allo sviluppo economico Loredana Capone. Troppo importante la posta in gioco: l’avvenire di questa realtà artistico-culturale, nonché quello dei 60 professori che, da un giorno all’altro rischiano di perdere il lavoro.
Un destino, il loro, appeso ad un filo, e questo in conseguenza alla tanto discussa legge Delrio. E sono stati proprio loro a convocare un’apposita assemblea a Lecce, per un confronto importante con amministratori e deputati.

Già nei giorni scorsi, i diretti interessati avevano inviato una lettera proprio all’assessore Godelli per scongiurare l’epilogo peggiore, ovvero la chiusura.

C’è poi un altro aspetto di cui tenere conto. L’orchestra non ha maturato i 5 mesi di attività concertistica utili per ottenere il riconoscimento ICO. Per completare questo iter, che fa riferimento alla stagione concertistica autunnale, mancano 700 mila euro, altrimenti si rischia la soppressione.

“La strada da percorre non è facile” ha detto durante il suo intervento l’assessore Godelli. “La Regione non può, in questo momento, aggiungere risorse all’anno in corso, ma ciò non toglie che faremo il possibile per trovare un soluzione.”

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*