Armi clandestine e droga, in manette 35enne

MELENDUGNO- E’ stato sorpreso in casa con armi clandestine e diverse munizioni. Per questo motivo soni scattate le manette ai polsi di Francesco CALO’, 35enne, già noto alle forze dell’ordine.

Durante la perquisizione domiciliare, i carabinieri hanno rinvenuto una carabina ad aria compressa, modificata e resa utilizzabile quale arma comune da sparo in cal. 36, 10 cartucce per fucile cal. 36, 100 cartucce varie cariche per fucili ad anima liscia e 20 cartucce a salve per pistola. Inoltre sono stati trovati 20 grammi di  “marijuana”, un sacchetto di cellophane con residui della medesima sostanza,  un bilancino di precisione e materiale vario per il confezionamento, nonché la somma contante di 55 euro.

Per quanto riguarda la carabina modificata, su autorizzazione del PM di turno presso la Procura di Lecce, Dottoressa Paola Guglielmi, i carabinieri si sono recati presso un poligono attrezzato, al fine di verificare se la modifica effettuata avesse davvero trasformato la carabina ad aria compressa in un arma clandestina perfettamente efficiente; l’esito di tale verifica è stato positivo, dato che la carabina ha davvero esploso due cartucce calibro 36 forando con i pallini una bomboletta in metallo.

Con le accuse di fabbricazione e detenzione di armi clandestine,  detenzione di munizionamento ed esplosivi e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, Calò è stato  tradotto presso il Carcere di Borgo San Nicola, in attesa del giudizio di convalida dell’arresto. Armi e droga sono stati sottoposti a sequestro.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*