Lecce, programmi e strategie. Lunedì parla Savino Tesoro

LECCE- Con Salvi e Papini, anche il portiere Perucchini farà parte del Lecce targato stagione 2014/15. La società ha risolto favorevolmente la comproprietà del giocatore che era a metà con il Milan. Perucchini con il suo rendimento ha convinto la dirigenza giallorossa a puntare nuovamente su di lui.

Sebbene l’avvio di stagione per lui ha segnato prestazioni altalenanti, tutto sommato in linea con quello che era il rendimento di tutta la squadra, da li’ in poi Perucchini si è sempre fatto trovare pronto quando chiamato in causa, anche nel periodo in cui Caglioni sembrava essergli preferito. Lunedì sarà il giorno della chiarezza, chiarezza sui programmi, sulle ambizioni, sulle strategie di mercato. La società nella persona del presidente Savino Tesoro ad appena una settimana dal verdetto della stagione, è pronto a rimettersi in marcia. In realtà i primi passi sono stati compiuti in settimana, resta ora da mettersi in moto su piu’ fronti.

Il lavoro di pianificazione è in atto il prossimo passo sarà quello di tramutare in trattative e contatti le idee di base. Un primo planing, per qunato generale, è stato tracciato anche su indicazioni che il tecnico Lerda avrà fornito alla società. Proprio il tecnico Lerda sarà un altro pilastro del Lecce che verrà. Sarà lui l’allenatore per la prossima stagione, nonostante la pesante squalifica che pende sulla sua testa.

I legali stanno in ogni caso lavorando per cercare quantomeno una riduzione della squalifica. Anche la posizione di mister Lerda sarà ufficializzata nel corso della conferenza stampa indetta dal presidente Savino Tesoro per lunedi prossimo. La decisione di proseguire tutto sommato sulla strada tracciata nella stagione appena conclusa è ben vista dalla piazza. Lerda ha dato dimostrazione di avere dalla sua parte la forza dei numeri. Il rendimento della squadra con lui alla guida tecnica è da primato. 61 punti in campionato in 28 gare con lui in panchina, 4 sole sconfitte e di queste una soltanto in casa, 16 gare terminate senza subire gol, 19 vittorie. Tutto questo nella stagione regolare senza fare riferimento all’appendice dei play off.

E’ chiaro che qualche passaggio a vuoto c’è stato ma in un campionato lungo come quello di Lega Pro, un calo è anche fisiologico. Restano da limare alcune lacune semmai e proprio per questo motivo la società ha deciso di non perdere tempo e in sinergia con il tecnico valutare tutte le migliori soluzioni per avere una squadra assemblata in buona parte, fatta qualche comprensibile eccezione, per l’inizio del ritiro precampionato. Ritiro che dovrebbe svolgersi nella piccola cittadina della Valle D’Aosta di Chatillon, sede non anocra ufficiale ma indicata tra le piu’ probabili.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*