Fondi per la Casa della musica, Barbanente: “Cabina di regia Regione-Comune di Lecce”

LECCE- “Se potessi staccare un assegno, oggi lo darei subito all’architetto Siza, che io stimo tantissimo, per la Casa della Musica”. Angela Barbanente corregge il tiro rispetto alle dichiarazioni rilasciate nelle scorse ore e dà ragione a Messuti: i milioni stanziati dalla Regione Puglia per il progetto dell’architetto portoghese nelle Cave di Marco Vito non sono più di quattro.

“I progetti di qualità vincono sempre – spiega l’assessore regionale all’Urbanistica – e Lecce si è sempre piazzata ottimamente”. Non promette cifre per la Casa della Musica, ma Angela Barbanente si è impegnata pubblicamente a costruire una cabina di regia formata da Regione Puglia e Comune di Lecce per individuare le risorse e cercare di realizzare al più preso il progetto. Si tratta di un’opera che mira a competere con la Casa della musica edificata nel centro storico di Oporto.

Il progetto leccese è ambizioso: la Casa della Musica avrà tre piani fuori terra, per un totale di 15 mila metri quadri di superficie coperta, e tre piani sotto terra, per parcheggi e servizi, che copriranno quasi 11 mila metri quadri di superficie. Poi, c’è la superficie esterna, compresa la piazza, di 8000 metri quadri. La superficie complessiva dell’intervento è di 38 mila metri quadrati.

La presenza del celebre architetto, Alvaro Siza, a Lecce è stata utile anche ad accendere il dibattito su quest’opera. Le istituzioni sono pronte a unire le forze. Gaetano Messuti spiega che il Comune di Lecce è stato già abile a intercettare le risorse del ‘Piano Città’ per il ponte sulle Cave di Marco Vito (ben 5 milioni). “La cabina di regia lanciata in queste ore dall’assessore Barbanente – ha spiegato l’assessore ai Lavori Pubblici – apre la strada alla realizzazione di un’opera importantissima. E’ necessario fare una battaglia per il territorio e reperire le risorse necessarie”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*