Torre S. Andrea, un manto di alghe maleodoranti ricopre la spiaggetta: residenti e bagnanti lanciano l’allarme

MELENDUGNO-  E’ forse, anzi, senza forse, è uno degli angoli più incantevoli della costa adriatica. Uno spicchio di terra e sabbia, incastonato come una pietra preziosa, fra gli scogli che si affacciano sul mare.

Meta prediletta dai salentini stessi, ma anche da tanti turisti che ne apprezzano il fascino sia d’estate che d’inverno. Insomma, un piccolo assaggio di paradiso, che di sera, illuminato dalla luna, con uno sfondo mozzafiato come il famoso “Tafaluru”, il faraglione che ricorda una sfinge, accende i cuori.

Una bomboniera fra le marine di Melendugno, Torre S. Andrea, è una piccola realtà turistica, approdo di pescatori, già bandiera blu d’Europa, per il mare cristallino.

Stupenda, suggestiva, particolare ma la nota stonata, per qualcuno, è quel manto di poseidonia che occupa tutta la spiaggetta. Quelle alghe, come spiegano i biologi marini, non devono essere considerate agenti inquinanti, anzi, la loro presenza preserva in qualche modo la costa, salvandola dall’erosione. Certo, chi vive nei paraggi deve fare i conti con il cattivo odore sprigionato dalle stesse alghe. Ed i bagnanti non sembrano gradire troppo l’idea di dover affondare i piedi in quel manto verde-grigio per arrivare sino al mare.

L’amministrazione comunale, dal canto suo, sta valutando il da farsi. “E’ una situazione che stiamo monitorando da tempo” ci spiega il sindaco di Melendugno, Marco Potì. “Adotteremo in tempi brevi la soluzione migliore” spiega.

In cantiere due progetti: da un lato la pulizia della spiaggia con il conseguente ripascimento delle dune, anche di altre località, con le alghe rimosse; dall’altro il conferimento in discarica della poseidonia in eccesso. “Dobbiamo capire quali saranno i costi da sostenere” fa sapere Potì. In ogni caso, per portare a termine l’operazione sarà impegnata una parte dei ricavi ottenuti grazie all’imposta di soggiorno.

 

 

alghe s. andrea 10

alghe s. andrea 6

alghe s. andrea 5

alghe s. andrea 3

alghe s,andrea 2

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*