Il Centro Renata Fonte in festa contro la violenza sulle donne

LECCE- Erano presenti anche i genitori di Melania Rea, la giovane madre uccisa dal marito Salvatore Parolisi, alla 15esima festa della legalità organizzata dal Centro Antiviolenza Renata Fonte e introdotta dalla sua presidente, Maria Luisa Toto. I genitori di Melania hanno assistito alla premiazione del loro padre spirituale, Monsignor Lucio Renna, Vescovo dell’Arcidiocesi San Severo di Foggia. A ricevere il riconoscimento, dopo un brillante monologo del sostituto procuratore di Locri Salvatore Cosentino, sono stati anche il capo dell’ufficio Gip del tribunale di Lecce, Alcide Maritati, e la professoressa Rucco insieme ai suoi alunni del Polo comprensivo 2 di Leverano, nonché Isabella Ingrosso, giovane vittima di violenza venuta a mancare per una malattia (il premio alla memoria è stato ritirato in un’intensa cerimonia dalla sorella Dalila).

Attestazioni di merito, infine, anche per l’Ispettore Capo Luciano De Mitri della Squadra Mobile della Questura di Lecce e per il Comandante Stazione Carabinieri di Veglie Matteo De Luca

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*