Rifiuti sotto la 275, Gabellone diffida i Comuni: “No a strumentalizzazioni elettorali”

LECCE- Il presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone, interviene sulla vicenda dei rifiuti interrati sotto la 275: “Con netto stupore abbiamo appreso dalla stampa che in data odierna è stata indetta una riunione per discutere non solo della vicenda inerente all’interramento abusivo di rifiuti pericolosi, ma vi è anche l’intenzione, del tutto capziosa, di associare tale discussione ad una posizione di contrasto al raddoppio della S.S. 275.

Prendiamo le distanze maniera netta da certe opache strumentalizzazioni, diffidando chiunque dal continuare a spendere inappropriatamente il nome dei Comuni e delle Comunità da noi rappresentate. Siamo estranei da posizioni tese a stravolgere il senso della collaborazione e della partecipazione, avendo come obiettivo quello di associare vicende del tutto slegate con l’intento di assecondare logiche di parte e posizioni estranee all’interesse comune.

Sfugge quindi quale sia l’intento di chi ha inteso acquisire il consenso alla partecipazione delle comunità, per poi curvare gli iniziali intendimenti verso ben altre volontà, che per puro caso sono espresse in un periodo di svolgimento delle campagne elettorali in diverse realtà comunali. Respingiamo con forza ogni tentativo di strumentale confusione, ribadendo la posizione favorevole al raddoppio della Maglie-Leuca, così come affermata in più occasioni dalle sentenze emanate della giustizia della nostra Repubblica.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*