Controvento, Frisullo: “Sì, ho commesso tantissimi errori”

LECCE- Gli anni da primo ambasciatore di Massimo D’Alema nel Salento, da Quinta Colonna della tradizione PCI-PDS-DS in Terra d’Otranto, da influente numero due di Nichi Vendola; poi il coinvolgimento giudiziario, le telecamere che si accendono sull’imputato e si spengono sul politico, la parabola discendente.
Sono passati quattro anni dall’abbandono forzato di Sandro Frisullo dalla poltrona di vice presidente della Regione Puglia e l’impatto rappresentato dal ritorno in video è certamente maggiore di quello del rientro nell’agone pubblico attraverso un convegno.

Per riaffacciarsi al dibattito politico, Frisullo ha varato “Pugliafutura”, associazione che dal territorio dice di voler sostenere lo sforzo riformatore di Renzi, ma che in realtà – da sinistra – guarda con sospetto al tratto pirotecnico del premier, così allergico alla forma partito, ai comitati centrali che furono, allo spazio politico che – per gli uomini di formazione targata Botteghe Oscure –  deve tentare di coniugare, sempre, decisione e mediazione, rapidità ma anche e soprattutto sintesi delle componenti.

Torna in campo in punta di piedi l’ex vice presidente della giunta capitanata da Vendola e si riaffaccia in video, ospite ieri sera della terza puntata di “Controvento”, dopo un lungo silenzio.

Alla domanda se abbia commesso errori, Frisullo risponde così: “Beh tantissimi non c’è dubbio…diciamo che hanno segnato un po’ la mia vita insomma, ma di non ho mai abusato della funzione pubblica”.

Resta un uomo saldamente di sinistra, Sandro Frisullo, che nella stagione del renzismo imperante non risponde con chiarezza su CHI debba incalzare da posizioni socialdemocratiche nette il presidente del Consiglio. E glissa in tutta fretta sulla domanda relativa al ruolo di contrappeso potenzialmente giocato da Vendola nello scacchiere nazionale rispetto all’ex sindaco di Firenze. Solo distanza politica o gelo frutto di screzi lontani? “Non so che faccia Vendola e francamente non mi pare questo l’aspetto fondamentale…”

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*