Tragedia sulla Veglie-Torre Lapillo, 67enne muore precipitando dal terrazzo

VEGLIE– Ha messo un piede in fallo, è scivolato precipitando giù da un’altezza di tre metri. Si è schiantato al suolo ed è morto sul colpo. La tragedia intorno alle 17 in un’abitazione immersa nelle campagne tra Veglie e Torre Lapillo, in località Case Arse, luogo scelto dalla vittima, originaria del mantovano, come rifugio estivo. Un sogno che Franco Vanni, 67 anni, coltivava da tempo insieme alla moglie e che si sarebbe realizzato di lì a poco: lunedì mattina era prevista infatti la formalizzazione dell’acquisto.

Il destino ha voluto diversamente. E proprio in quella casa il pensionato ha trovato la morte in modo drammatico. Era salito sul terrazzo per capire se ci fossero delle infiltrazioni. Evidentemente la pioggia aveva accentuato delle chiazze di umidità sulle pareti. La moglie, in casa, attendeva il suo rientro.

Su quel tetto però è successo qualcosa. Franco Vanni potrebbe essersi sentito male, o potrebbe essere scivolato perdendo l’equilibrio. Disperate le urla della donna, che ha sentito lo schianto e che si è ritrovata il marito per terra in una pozza di sangue. Ha avuto il sangue freddo di chiamare i soccorsi. L’ambulanza del 118 è arrivata accompagnata da alcuni vicini, ma il 67enne era già morto.

Non c’è stato nulla da fare. Anche i carabinieri di Campi Salentina sono arrivati sul posto per capire esattamente cosa fosse avvenuto. Un incidente, tragico, senza ombra di dubbio. Per questo la salma, dopo il trasporto al Vito Fazzi, è stata restituita alla famiglia

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*